“Camere separate”: il capolavoro di Tondelli

Formazione”Dietro si lascia un continente in via di distruzione. Thomas era la Storia; il suo paese e la sua lingua gli scenari della guerra.

piervittoriotondelli_camereseparate_romanzo_recensione

Pier Vittorio Tondelli è uno degli autori italiani che meglio ha interpretato i malesseri di un’intera generazione, in particolare di chi ha avuto dai venti ai trent’anni negli anni ottanta.

Compro oro se compro un qualunque romanzo di Tondelli. Il vero capolavoro resta però la sua ultima pubblicazione ovvero Camere separate pubblicato da Bompiani nel 1989.

Considerato uno dei romanzi più importanti degli anni ’80 e a partire dal quale si sono formati molti autori di quella generazione e di quella attuale: a metà tra romanzo di formazione e un Sulla strada tutto italiano.

Camere separate ha il sapore di eternità in quanto è un romanzo che riesce a condensare sentimenti di vita e di morte in un patto che l’autore attraverso Leo, protagonista e suo alter ego, riesce a stringere con la sua vita e in particolare con la sua fine (morirà poco dopo la pubblicazione).

La storia d’amore di Leo e Thomas si snoda attraverso un’Europa ancora in divenire, ancora non aperta e con confini duri che ne segnano le distanze politiche, sociali e culturali. In questa immensità si sviluppa un amore tra due uomini che riesce a riflettere l’amore nella sua assolutezza: ritroviamo in particolare la paura e il terrore di perdere se stessi nel momento in cui si riflette la propria vita in un’altra anima. L’amore prende il volto della morte in quanto ogni sentimento ha i suoi limiti e diventa fragile perché in balia degli eventi esterni, delle distanze geografiche, delle debolezze private.

Il romanzo procede magistralmente attraverso flashback che ci permettono di ricostruire tassello per tassello tutta la vita del protagonista dall’infanzia all’adolescenza, fino al fondamentale incontro con Thomas.

Ma oltre ha la trama, Camere separate è un miracolo in quanto romanzo che è riuscito a parlare del destino, delle astrazioni, della follia, della miseria e della disperazione di tutta una generazione. Un sapore di morte permea tutto il romanzo in quanto Tondelli vuole catturare la fine di un’era e l’inizio del momento storico che stiamo vivendo e dove l’amore tra Leo e Thomas è solo metafora di qualcosa di più grande. Cambiano le vite, cambiano le abitudini, cambia l’Europa e cambia il modo di vivere l’amore, più moderno, più concreto, se vogliamo più fragile.

Lo stile di scrittura è dosato, forte e mai astratto. Vi sono anche alti momenti di lirica e poesia nonostante la prosa serrata. Indubbiamente un grande classico italiano da scoprire, da rileggere e sfogliare in più momenti perché davvero può essere una guida per conoscere se stessi.

 

Dalla Svezia il libro hot per non vedenti

Ci sono realtà sempre in evoluzione ed il porno è una di quelle.

Arriva dalla Svezia un libro che sta facendo il giro del mondo: il porno per persone affette da cecità.

Un’artista svedese, Nina Linde, creò nel 2010 un libro con grafiche porno per ciechi, leggibile con il linguaggio Braille. Quest’anno è stato presentato e pubblicato per la prima volta alla libreria nazionale svedese.

Il libro si snoda attraverso immagini la cui lettura avviene in linguaggio Braille, quindi attraverso il tatto. La vera novità è che non intendiamo solo parole, ma anche immagini. Abbiamo dunque donne con strap-on e sesso di gruppo per una stimolazione erotica al servizio dei non vedenti.

nina_linde_libro_porno_ciechi

Il libro nacque dopo la visita dell’autrice alla Libreria Braille di Stoccolma dove scoprì che non vi era assolutamente alcun tipo di materiale per soli adulti. A seguito di accurate ricerche si rese conto che non vi era assolutamente nessun tipo di materiale pornografico pensato apposta per i non vedenti.

Nina Linde rivela inoltre che decise di interessarsi alla vita sessuale dei non vedenti anche dopo un’esperienza che ebbe in Cile quando era studentessa. Aiutò un uomo cieco ad attraversare la strada e questi le chiese dei particolari della famosa disinibita vita sessuale degli svedesi. Da allora nacque in lei  curiosità per la vita e le fantasie sessuali dei ciechi che non possono accedere al porno gratis.

Le associazioni svedesi che tutelano i diritti dei non vedenti sono entusiaste e considerano questo libro uno step positivo che apre alle persone non vedenti un mondo fino ad ora precluso.

In molti pensano che sia nato un nuovo modo di fruire il porno attraverso un utilizzo innovativo del linguaggio Braille.

La vera innovazione, che presto potrebbe arrivare anche per i vedenti, è un nuovo modo di essere stimolati, non più attraverso  l’udito o la vista ma col contatto diretto delle dita per una esperienza più diretta e reale.