La città nera, di Mauro Baldrati

La città nera

La città nera

Titolo: La città nera

Autore: Mauro Baldrati

Editore: Perdisa Pop
Pagine: 352 (rilegato)
Prezzo: € 18,50
Pubblicazione: maggio 2010
ISBN: 978-8883-724-92-3

Valutazione Libri Consigliati: consigliato.


2106. Roma è una città imbarbarita, pericolosamente vicina all’esacerbarsi d’una guerra senza quartiere fra fazioni contrapposte, controllata dal potere dittatoriale del Sindaco Fioravanti e divisa, frammentata in un coacervo miserabile e violento: i quartieri fortificati, le bande di miserabili, etnie in competizione per la mera sopravvivenza.

Su questo sfondo si muove il sergente di Polizia Antonio Draghi, integerrimo, benevolo, un uomo che conosce profondamente il tessuto sociale della metropoli e gode della fiducia di chiunque abbia avuto la fortuna di incontrarlo: perché Draghi sa ascoltare e muoversi senza dar troppo nell’occhio, lui che si ritrova ad essere poco più che un fantasma, senza aspirazioni, senza una ragione di vita dal giorno in cui ha sofferto la terribile perdita della moglie Lucia e della figlia Anna, vittime di un attentato della Resistenza (un gruppo eversivo di terroristi che porta avanti una lotta senza quartiere al potere forte della politica).

La svolta avviene (questo lo spunto narrativo) allorquando il ministro dell’Interno della Repubblica Sociale Italiana del Centro Sud, Luporini, a capo della temibile Guardia pretoriana, corpo di militari scelti il cui obiettivo principale è garantire la salvaguardia dei maggiori esponenti politici debellando le fila della Resistenza armata, convoca Draghi per affidargli un incarico del tutto atipico: il ministero ha avuto notizia della presenza in città di un killer, assoldato dalla Resistenza stessa con il fine di eliminare il Sindaco e consentire in tal modo d’accendere la fiamma necessaria alla realizzazione della “rivoluzione degli ultimi”; sarà precipuo compito del sergente Draghi individuare il mercenario entro otto giorni per scongiurare possibili rastrellamenti e ritorsioni della Guardia, che si riverserebbero inevitabilmente su tutti gli abitanti, innocenti e non, della “città nera”.


Accompagnato dal fidato Rudolf, alla guida dell’auto di pattuglia, Antonio Draghi si muove alla ricerca di informazioni e possibili contatti con i vertici della Resistenza, con l’unico scopo di preservare il già precario equilibrio sul quale si mantiene la cittadinanza della metropoli, condannata dalle piaghe della delinquenza e di una simbolica “presenza biologica”, l’edera gigante dalle foglie nere, che negli anni ha invaso vaste zone del territorio, ricoprendo le pareti d’acciaio e vetro dei grattacieli, diffondendosi come un cancro opprimente, dalla chiara valenza simbolica.

Un buon poliziesco insomma, un romanzo che senza farne mistero strizza l’occhio alle atmosfere di lungometraggi divenuti oramai pellicole cult per gli amanti del genere, Blade Runner e Interceptor (Mad Max) in primis, al punto da farmi ritenere sarebbe un ottimo testo dal quale trarre una sceneggiatura d’una certa caratura. Il linguaggio essenziale, privo d’orpelli e divagazioni che sarebbero apparse superflue e ridondanti, contribuisce a rafforzare questa mia sensazione.

La protervia, la pervicace capacità di corruzione, propria del potere, l’impoverimento spirituale ed etico di una civiltà, la diffusione di una infettiva cultura dell’odio e della violenza quale mezzo di sopravvivenza primario: ne La città nera, Mario Baldrati contrappone un quadro sociale disarmante alle qualità dell’individuo che con ostinazione, abbandono a volte, sceglie di non indietreggiare dinanzi all’avanzata d’una “marea nera” che sottrae terreno fertile in una progressione spietata e, solo in apparenza, inarrestabile.

Roberto Giungato per Libri Consigliati

L’AUTORE

Mauro Baldrati è nato a Lugo di Romagna nel 1953. Per oltre dieci anni ha vissuto a Roma e a Milano, lavorando come giornalista e fotografo per varie riviste e agenzie. Suoi racconti sono usciti nelle antologie Attenzione, uscita operai (No Reply, 2007), Il magazzino delle alghe (Eumeswil, 2010) e su «Delitti di carta», «Segretissimo», «Nazione Indiana», «La poesia e lo spirito». Con altri autori ha pubblicato il saggio sulle aggregazioni giovanili La rivolta dello stile (Franco Angeli, 1983). Attualmente vive a Bologna.

ACQUISTA SUBITO La città nera su laFeltrinelli.it o su Bol.it cliccando sui banner qui sotto.



Leggi anche: